Newsletter
Rassegna Stampa
Archivio Documenti
In Evidenza
Iniziative
Appuntamenti
 
 
newsletter signup
E-mail Address:
Submit
 
 
 

COMUNICATO STAMPA del 02/05/2010

Il Comitato cittadino padernese per l'interramento della Rho-Monza e le associazioni ambientaliste alleate in questa lotta confermano, per la serata del prossimo 5 maggio 2010, l'assemblea pubblica di denuncia, chiarimento ed azione nell'immediato futuro, sulle ultime vicende accadute a riguardo e cioé:

1- la chiusura unilaterale (quindi non condivisa con i cittadini) delle attività del Tavolo Tecnico, lo scorso 30 marzo 2010;
2- la "presentazione" alla cittadinanza di un lavoro non condiviso, lo scorso 15 aprile 2010;
3- l'affermazione della Provincia di Milano delle stesse ragioni - di parte avversa - durante la sessione della conferenza dei servizi dello scorso 22 aprile 2010, allo scopo di forzare la costruzione del peggior progetto possibile per Paderno Dugnano.

Nel corso della serata del 5 maggio sarà data ulteriore visibilità anche all'iniziativa in corso sul censimento dei minori residenti nelle aree di impatto della nuova autostrada, al fine di compilare un documento da inviare al Capo dello Stato, il Presidente Giorgio Napolitano, per tutelare i nostri figli. Tale azione è suffragata dalla Convenzione sui diritti dell'infanzia, che ha corso in italia con la legge del 27 maggio 1991, n. 176, depositata presso le Nazioni Unite.

L'assemblea è pubblica, aperta a tutti, semplici cittadini, amministratori e politici e sarà comprensiva di ospiti titolati e di dibattito fra gli intervenuti.

Sede dell'assemblea sarà il centro 'Falcone e Borsellino', presso l'omonima piazza di Paderno Dugnano, alle ore 21:00.

Invitiamo anche i rappresentanti della stampa (cartacea, televisiva, web,...) sia ad essere presenti che a diffondere questo messaggio".

Distinti saluti.

Ing. Ferruccio Porati, portavoce del CCIRM -Comitato dei Cittadini per l'Interramento della Rho-Monza

 
 

COMUNICATO STAMPA del 28 Febbraio 2010

INTERRAMENTO RHO-MONZA

La salute non ha prezzo

Abbiamo preso atto che il progetto per l'interramento, fortemente voluto dalle nostre
associazioni e dal comitato, è diventato, finalmente, un progetto condiviso e supportato da tutta la città: ma noi NON CI FERMIAMO.

Il diritto alla salute, sancito dall'art.32 della Costituzione Italiana, è un diritto soggettivo
immediatamente esecutivo, che comporta un onere-dovere di tutela IN PRIMIS da parte
degli organi istituzionali. La dottrina giurisprudenziale è molto chiara sull'argomento.

Quindi, le compatibilità economiche non sono prioritarie: l'unica priorità è la salute dei
cittadini residenti e non solo. I SOLDI PER L’INTERRAMENTO SI DEVONO TROVARE.

Che senso ha spendere migliaia di euro all'anno a paziente per curare le malattie
CAUSATE DALL'INQUINAMENTO, spesso letali come leucemie, tumori e altre ancora,
quando con cifra molto inferiore si potrebbe ottenere l'interramento e quindi GARANTIRE LA SALUTE?

La SOLUZIONE È SEMPLICE perchè Serravalle è NOSTRA: DI TUTTI I CITTADINI.

La Provincia di Milano, che è, di fatto, la PROPRIETARIA di Serravalle, la quale gestisce la Tangenziale Nord e in futuro anche la A52 Rho-Monza, prolunghi la concessione per lo sfruttamento di queste autostrade, permettendo così a Serravalle stessa di recuperare i soldi necessari ai maggiori costi derivanti dall'interramento.

NIENTE SCUSE PER NESSUNO
LA RHO-MONZA VA INTERRATA SENZA SE E SENZA MA.

L’attuale silenzio attorno a questa vicenda non ci lascia tranquilli. Con il progetto di
interramento condiviso dall’Amministrazione Comunale si e' fatto un grande passo a tutela di tutti i cittadini, chiedendo formalmente al Tavolo Tecnico di allontanare di altri 200 m ad ovest da scuola Curiel e dal centro anziani l'uscita dei tunnel e non vogliamo che ciò passi in secondo piano, a causa della recente novità dell'inceneritore, per esempio.

CCIRM – COMITATO CITTADINI PER L’INTERRAMENTO DELLA RHO MONZA - www.padernesi.com
ASSOCIAZIONE AMICI PARCO GRUGNOTORTO – CIRCOLO PADERNO D.
CIRCOLO LEGAMBIENTE “GRUGNOTORTO” – PADERNO D.

 


 

COMUNICATO STAMPA del 07 Ottobre 2009

ULISSE E’ GIA’ ARRIVATO E NON FARA’ PRIGIONIERI!

c.a.
redattori responsabili delle
testate locali rappresentative
Paderno D.no/Provincia

Il Comitato dei Cittadini per l'Interramento dellla Rho-Monza (CCIRM), in delegazione ed
accompagnata dai cons. provinciali Ezio Casati e Massimo Gatti, ha avuto un lungo e
franco incontro con l’assessore provinciale ai Trasporti, G. De Nicola.
I cittadini aspettavano lumi sulla questione dell’avvio dei lavori del tavolo tecnico per la
questione dell’interramento, ma abbiamo dovuto registrare una netta presa di posizione
della Provincia di Milano, che vuole portare avanti a tutti i costi la realizzazione di
quest’opera nel senso delle linee di realizzo del progetto preliminare. Cioè, di interramento non se ne parla. La questione ruoterebbe sempre intorno ai costi ed al budget disponibile.
Questo ci fa sempre più convinti della necessità di rivedere tecnicamente ad un tavolo
questi aspetti realizzativi. Il non aver fatto i lavori del tavolo tecnico quando si era nei tempi e nella condizione per farlo rischia di avere un peso determinante sul proseguimento dell’iter del progetto. I timori dei cittadini sul tanto tempo trascorso invano sembrano, implicitamente, confermati anche dall’assesssore provinciale, anche a detta del quale il tempo è trascorso (e trascorre) velocemente. Allora i timori espressi nelle immagini simboliche della “tela di Penelope” erano puro realismo e senso del pratico e non una preoccupazione eccessiva ed evanescente.
Davanti all’assessore provinciale, i cittadini hanno ribadito che essi vogliono il tavolo
tecnico per cambiare il progetto e che ci batteremo solo per l’interramento. Non ci bastano le migliori “mitigazioni” che si possono tirar fuori sul progetto preliminare, noi non vogliamo il progetto Serravalle, noi vogliamo solo l’interramento.
Non possiamo accettare un ambiente di serie B, quartieri cittadini ridotti ad appendici di
uno snodo autostradale ciclopico, una vita d’inferno ed una morte certa prima del tempo, senza alcuna considerazione per noi e per il futuro dei nostri figli!
E’ arrivato il momento di mobilitarsi: tutta la città unita e tutti i partiti politici devono fare un unico fronte comune, perché non c’è destra e non c’è sinistra, non c’è rosso e non c’è nero. E’ ora di mettere da parte qualsiasi campanilismo e rendersi conto che qualcuno ha decretato che ciascuno di noi vale meno di altri. In questo momento è tornato Ulisse ed ha già iniziato a tirarci addosso le frecce.
Non c’è più tempo da perdere, altrimenti si concretizzeranno le parole di quel funzionario
che ci fece intendere della necessità del “sacrificio di pochi, per bene di molti”.
Questa cosa lede la nostra libertà e la nostra dignità di esseri umani e, spero che saranno tutti d’accordo, se mi devo immolare per qualcuno o qualcosa, lo voglio decidere io, non chi pretende di costruirmi un’autostrada in casa.

Ing. Ferruccio Porati,
portavoce del CCIRM – COMITATO CITTADINI PER L’INTERRAMENTO DELLA RHO MONZA.

IL CCIRM SOSTIENE L’INTERRAMENTO DELLA NUOVA TRATTA DELL’AUTOSTRADA RHO-MONZA, DALL’ATTACCO DELLA TANGENZIALE NORD, AD EST, FINO AL SUPERAMENTO DELL’ABITATO DI PADERNO/VILLAGGIO AMBROSIANO, AD OVEST.

 

 


 
 

COMUNICATO STAMPA del 07 Settembre 2009

NE’ SERVI, NE’ SUDDITI, MA LIBERI COSTRUTTORI DI UN FUTURO MIGLIORE

c.a.
redattori responsabili delle
testate locali rappresentative

Paderno D.no/Provincia

Il Comitato dei Cittadini per l'Interramento dellla Rho-Monza (CCIRM), sorto spontaneamente nel dicembre 2008 a livello cittadino per informare i Padernesi sui rischi connessi con il progetto viabilistico di trasformazione autostradale della Rho-Monza, in virtù delle migliaia di firme di singoli cittadini raccolte, degli incontri tenuti sia con i cittadini che con le autorità amministrative locali e provinciali, ritiene di avere sufficiente statura, autonomia, dignità e serietà per continuare il lavoro iniziato con i cittadini e con le autorità stesse. 
Il CCIRM, pertanto, è naturalmente rappresentativo della volontà delle famiglie in quanto ha spontaneamente raccolto dai cittadini firmatari l'adesione a procedere verso chiunque nella richiesta dell'interramento della Rho-Monza "dall'attacco della Tangenziale Nord ad est, fino alla fine dell'abitato di Paderno Dugnano / Villaggio Ambrosiano ad ovest".
Il CCIRM, per raggiungere questo obiettivo, continuerà a dialogare ed a collaborare con tutti i singoli individui e le libere espressioni ed associazioni di cittadini in regola con la legge vigente in Italia, che si prefiggono il medesimo obiettivo, senza alcun tipo di barriera pre-concetta.

In virtù di quanto detto prima, il CCIRM è legittimato dall'adesione delle migliaia di cittadini che hanno firmato la sua petizione ed è stato riconosciuto come interlocutore dalla Provincia di Milano e dalla stessa società Serravalle, ottenendo precisi e seri impegni anche con atti pubblici finalizzati alla definizione del progetto dell'interramento dell’intera tratta Padernese e non di una sola parte, anche perchè tecnicamente improponibile.
Per questi stessi motivi il CCIRM è rappresentativo delle famiglie i cui cittadini risultano firmatari e, pertanto, ritiene di non aver bisogno di alcuna "tutela" da parte di nessuno o di fare passi indietro rispetto ad alcun evento o situazione verificatisi nel nostro territorio nel corso del presente anno 2009.
Qualsiasi tentativo di delegittimazione del ruolo nei confronti del CCIRM e dei suoi rappresentanti da parte di chiunque è da ritenersi, pertanto, un attacco arbitrario ed immotivatamente lesivo della dignità e della serietà delle persone che, spontaneamente e senza alcun tipo di compenso, si sono volontariamente impegnate in questa attività a favore dei cittadini tutti (e delle loro famiglie!).

Nei mesi passati abbiamo parlato con tutti coloro che, notando la nostra presenza, ce lo hanno chiesto; siamo andati da chiunque abbia espresso desiderio di vederci o da chi ha risposto alle nostre richieste esplicite, cartacee od elettroniche.
Non abbiamo potuto far domande a chi non ce lo ha richiesto, a chi non ha risposto alle nostre sollecitazioni o a chi non si è presentato agli incontri. Questo non dipende da noi, ma da chi ha reputato di fare altro in quei momenti. Anche in Provincia ci sono stati candidati che ci hanno incontrato, altri che ci hanno telefonato, altri che ci hanno ignorato. Noi abbiamo fatto a tutti la stessa identica richiesta.

In virtù degli atti formali succedutisi nel corso del presente anno a livello di Amministrazione Comunale ed Amministrazione Provinciale, si sollecita l'Amministrazione di Paderno Dugnano ad avviare le attività del "tavolo tecnico" perchè gli ingegneri e gli architetti competenti nel campo delle realizzazioni viabilistiche in tunnel, in rappresentanza di Serravalle, Provincia di Milano, Comune di Paderno Dugnano, Comitato ed Associazioni, possano operare al fine di modificare il progetto preliminare per giungere all'interramento della Rho-Monza. Il nostro fine, ed anche quello dell’Amministrazione cittadina, devono essere l'interramento della Rho-Monza in tutto il tratto Padernese. Non nascondiamoci dietro comode affermazioni relative a Legge Obiettivo o risorse economiche. Vogliamo fortemente che si prosegua nella strada che ci è stata data dai soggetti titolati nei mesi scorsi, politici e non solo, e riteniamo che il Tavolo Tecnico sia lo strumento utile che coglie, in primis, le criticità del progetto e dell'impatto procurabile, ed unica garanzia, oggi, per valutare le proposte dell'interramento. E' interesse di tutta la città e delle varie forme di rappresentanza di cittadini, delle famiglie (tipiche o atipiche), associazioni ed altri rappresentanti della comunità locale, quindi, vederci lavorare ad un progetto che questa volta non sarà 'calato dall'alto', ricordando che è lei, Sindaco, il primo cittadino ed è tenuto a difendere tutti i cittadini di Paderno Dugnano, anche da enti terzi che non hanno l'onere e l'onore della gestione locale. Pertanto riteniamo che sia ormai giunto il tempo per avviare il Tavolo Tecnico istituito dalla DGP n°469/09 del 18/5/09. I cittadini vogliono risposte chiare e comprensibili, non ambiguità imperscrutabili.
"Pane al pane e vino al vino. Tutto il resto viene dal demonio" diceva un Tizio a noi ben noto ed autorevole. Corretto?

Ing. Ferruccio Porati,
portavoce del CCIRM – COMITATO CITTADINI PER L’INTERRAMENTO DELLA RHO MONZA.

IL CCIRM SOSTIENE L’INTERRAMENTO DELLA NUOVA TRATTA DELL’AUTOSTRADA RHO-MONZA, DALL’ATTACCO DELLA TANGENZIALE NORD, AD EST, FINO AL SUPERAMENTO DELL’ABITATO DI PADERNO/VILLAGGIO AMBROSIANO, AD OVEST.

 

 


 
 

COMUNICATO STAMPA PROVINCIA DI MILANO

Sp 46 “Rho–Monza”: Approvato protocollo d’intesa per la ricerca di una soluzione migliorativa per l’affiancamento alla “Milano–Meda”

Milano, 18 maggio 2009 – La Giunta provinciale ha approvato il “Protocollo d’Intesa tra la Provincia di Milano, Società Milano Serravalle-Milano Tangenziali S.p.a. e Comune di Paderno Dugnano per la ricerca di una soluzione alternativa e migliorativa nel tratto di affiancamento SP 46 “Rho-Monza/SP ex SS 35 “Milano-Meda”, del progetto preliminare della viabilità di adduzione al sistema autostradale esistente A8-A52-Rho-Monza”.
Alla presentazione pubblica del progetto preliminare della riqualificazione della Rho-Monza a Paderno Dugnano, lo scorso 10 febbraio, infatti, era stata rilevata la possibile criticità ambientale del tratto di affiancamento fra la SP 46 e la ex SS 35. Il Consiglio Comunale di Paderno Dugnano, lo scorso 3 aprile, ha quindi chiesto alla Provincia di Milano di attivare un tavolo tecnico per valutare la fattibilità tecnica, ambientale e finanziaria dell’interramento della SP 46 nel tratto di affiancamento alla “Milano-Meda”. Questo protocollo rappresenta quindi l’impegno ad attivare lo studio, che potrà avere un supplemento di attività nel caso le conclusioni non siano esaustive. I risultati e le relative proposte progettuali saranno sottoposte all’approvazione di Regione Lombardia ed Anas al fine del recepimento nel progetto definitivo dell’opera.
Paolo Matteucci, assessore provinciale alla Viabilità, Mobilità e Trasporti, commenta: “La riqualificazione della Rho-Monza è un progetto importante, frutto della volontà condivisa della Provincia e degli enti coinvolti, finalizzato al miglioramento della vivibilità della zona e della viabilità di accesso al polo Fieristico e all’interconnessione autostradale. Il tavolo tecnico di confronto e discussione è segno dell’attenzione per le
legittime preoccupazioni dei cittadini, in modo da trovare le migliori soluzioni, da tutti condivise, per un’opera utile e di minor impatto possibile sul territorio”.
http://www.provincia.milano.it/scopronews/comunicati_stampa/

 


 
 

COMUNICATO STAMPA CONGIUNTO DEL 07.04.09

Il Consiglio Comunale di Paderno Dugnano, tenutosi presso la sala consiliare, in seduta pubblica il giorno venerdì 3 aprile 2009 alle ore 20.00, ha votato all’unanimità l’importante Ordine del giorno per l’accoglimento del solo progetto d’interramento della Rho-Monza presentato dai Capigruppo Mario Carlo Petazzini (PRC), Francesco Stella (PdCI), Pietro Boggia (PD), Adamo Damiano Ricci (Verdi), Eugenio Marelli (G SD e PS), Gianluca Bogani (Lega Nord – LLIP), Pierino Favrin (Lista Civica), Loris Brioschi (GCI), Giovanni Di Maio (Margherita – DL), Luigi Scurati (UDC). Viene così confermata la richiesta già formulata dalla Giunta comunale nei mesi scorsi e sfociata nel parere contrario reso nella conferenza dei servizi indetta dalla Provincia di Milano e dalla RegioneLombardia.
Il Comitato dei Cittadini per l'interramento della Rho - Monza, L'Associazione Amici del Parco Grugnotorto e il Circolo Legambiente “Grugnotorto” di Paderno D.no, ribadiscono la loro soddisfazione per la posizione assunta all’unanimità da tutte le componenti politiche e sociali rappresentate nel Consiglio Comunale, confermando ancora una volta che l'unica soluzione accettabile è quella dell’interramento. E’ stato inoltre ribadito che i progetti Rho – Monza e Milano - Meda andranno analizzati in contemporanea in quanto “due facce della stessa medaglia”.
A partire da questo importante risultato, che vincola anche l’azione del prossimo Consiglio Comunale e del prossimo Sindaco e della Giunta, che usciranno dalle elezioni del prossimo giugno, ci si attende di ascoltare in maniera chiara quali saranno le proposte programmatiche, rispetto a queste fondamentali tematiche, delle varie liste cittadine impegnate nella prossima tornata elettorale”.
 


 
 
 

Oggetto: Rho-Monza

Lunedì 2 marzo si sono riuniti a Paderno Dugnano i gruppi ambientalisti, i comitati e le associazioni di Paderno, Cormano Novate e Baranzate che si sono mobilitati nell’ultimo periodo sul progetto preliminare della Rho-Monza per iniziare a discutere collegialmente e a coordinarsi su tale infrastruttura anche in previsione sul prossimo tavolo tecnico scaturito dall’assemblea pubblica di Paderno Dugnano.
Si ricordano i prossimi incontri pubblici del 9 marzo a Paterno Dugnano in Piazza Falcone e Borsellino e a Baranzate in Via Aquileja.

 
 
Blogolandia | Associazione Verdi |PadernoForum |La Scommessa |AmiciGrugnotorto |Il Respiro |Comune
Freelance Web Designer